Liste anagrafiche clienti evitare errori via call center

  • Home / Liste Call Center / Liste anagrafiche clienti…

Liste anagrafiche clienti evitare errori via call center

In questo articolo ti forniremo gli strumenti e una serie di piccoli ed utili tips per curare al meglio le liste anagrafiche clienti profilate e segmentate secondo le esigenze del tuo target di clienti.

Call center: come evitare gli errori? To do e not to do

Nell’ambito del performance marketing, il teleselling copre diversi settori: telco (telefonia e comunicazioni), energia, prodotti per la cura della persona, beni voluttuari o richieste di finanziamento e prestiti.

Quale mezzo migliore di un cellulare per essere informati e aggiornati sulle offerte di telefonia, tariffe ed abbonamenti internet incluso? Come essere sicuri di noleggiare/acquistare la lista anagrafica giusta e arricchire, o meglio rendere più funzionale il proprio database contatti?
Semplice:

assicurati di scegliere una lista che contenga quanti più campi informativi sia possibile.

 

Lista anagrafica clienti: campi di profilazione

Non campi qualsiasi, è importante avere le informazioni giuste e soprattutto quelle che ti servono a profilare il cliente in base alla natura del servizio che offri o del prodotto merceologico che vendi. Nel settore telco sarà perciò fondamentale conoscere in partenza a quale gestore sono abbonati i tuoi potenziali clienti e quali sono le offerte attive dei tuoi competitors.
In questo modo, hai già metà delle informazioni che ti servono per rispondere alla domanda: “perché il cliente dovrebbe scegliere proprio me?”

 

I rischi di una lista non segmentata

 

Il rischio è perdersi in un grande contenitore, per questo bisogna individuare una strategia di segmentazione, setacciare i contatti. Questo ci permette di evidenziare, “segnalare” i contatti che riteniamo interessanti attraverso indicatori di densità dei contatti stessi nelle varie zone di una stessa provincia, ad esempio.
Oppure possiamo creare dei sottoinsiemi, ciascuno in base ad un criterio di prossimità merceologica che accomuna i suoi membri.

Lo scopo è inviare messaggi mirati, focalizzati sugli interessi specifici di quel gruppo. Le informazioni e i contenuti personalizzati, costruiti sul profilo dei nostri contatti in lista, migliorano l’interfaccia diretta via teleselling. Come? Il telemarketer spingerà solo su quei messaggi che attirano l’attenzione dei lead, cioè degli input classificati come rilevanti.

 

La soluzione: i campi informativi per la compilazione di una lista anagrafica esauriente.

 

Una lista efficace e segmentata si compone di campi standard e campi personalizzati. Se è un’azienda avremo, tra i campi standard, anche partita Iva, codice fiscale, fax, referente amministrativo e referente settore commerciale.

Nei campi personalizzati, invece, si cerca di reperire informazioni in modo spontaneo direttamente dal lead, come quali sono i suoi interessi, hobby, quali sono le sua marche di cosmetici preferite, in che modo è venuto a conoscenza della tua azienda, che voto dà da 1 a 10 al servizio offerto dalla tua azienda (se stai facendo customer care) e che voto dà alla sua attuale offerta (tua o di un tuo competitor), qual è il suo codice cliente (se si tratta di un abbonato a servizi elettrici. Chi non lo è? I lead in questo campo sono milioni e questo spiega le performance particolarmente elevate di tutte le forme di marketing diretto, digital e telefonico, online e offline, in questo settore).

Le liste create sulla base delle esigenze dell’azienda committente vengono successivamente segmentate per aumentare il rank di responsività, reattività, dei contatti stesso. Come fare? La segmentazione è un po’ come la generazione di sottoinsiemi all’interno di una lista massiva, la quale comprende una grande quantità di anagrafiche, lavorando in parallelo.

 

liste telemarketing per settore depurazione acqua

 

Vendita efficace con le liste anagrafiche clienti

Gli step appena visti ci aiutano ad evitare i tipici errori da call center.

In un percorso di vendita è importante avere una strategia, che si compone di:

  • Attitudine all’ascolto
  • Predisposizione alla positività
  • Gestione delle obiezioni
  • Positività e cordialità
  • Empatia
  • Personalizzazione del colloquio

 

Come ben saprai, abitudini negative, frasi automatiche e domande retoriche ti remano contro: “Scusi se la disturbo, le rubo qualche secondo…” sono frasi gentili, ma denotano paura e soggezione verso il proprio interlocutore. E perché mai? In fondo un operatore di contact center cerca di aiutare il potenziale cliente a soddisfare il suo bisogno dimostrando che il tuo prodotto è migliore di quello dei tuoi competitors. Di più, l’operatore sa già che il potenziale cliente da lui contattato ha un interesse nel tuo settore merceologico o di offerta servizi grazie alla lista profilata, consensata (dunque, se il contatto ha espresso il suo consenso, perché esordire con una remora?) e soprattutto “calda”.

Cos’è che rende un contatto “caldo”?

 

La capacità del direct market strategist di individuare che in quel momento, quel contatto ha mostrato interesse verso quel servizio.

 

È questo che il il team altamente professionalizzato di SpinUp ti mette a disposizione attraverso le liste anagrafiche profilate e real time per direct marketing (sia telemarketing che email marketing).

Contatta uno degli specialisti SpinUp racconta il tuo bisogno e otterrai il servizio più giusto per fare business: email marketing, campagne sms,

 

2 Comments

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *