Lista indirizzi email per campagne di email marketing

  • Home / Email Marketing / Lista indirizzi email…

Lista indirizzi email per campagne di email marketing

Partiamo da un dato che sembra la pietra tombale del direct marketing: il 90% dei visitatori online abbandona il sito su cui sono “landed” dopo una ricerca su Google, e difficilmente vi ritorneranno. Perché?
Vediamo le possibili cause di questo elevato tasso di abbandono e proviamo a scoprire come lista indirizzi email, numeri di telefono e in generale anagrafiche possono aiutarci ad abbassare questa percentuale.

Procediamo con ordine: siamo stati abbastanza bravi da usare sul nostro sito testi SEO oriented (un vero e proprio linguaggio, che consente di salire nei risultati di ricerca ed essere facilmente rintracciati), e ora? Probabilmente non tutti i visitatori sono in-target con i nostri prodotti.

 

In questi casi bisogna quindi effettuare una prima scrematura allo scopo di qualificare maggiormente il traffico in entrata e orientarlo verso gli obiettivi della nostra azienda.

 

Lista indirizzi email per attirare un pubblico in target

 

Ribaltiamo la prospettiva e guardiamo la questione dal punto di vista dell’utente medio che capita sul nostro sito: è forse un account del settore commerciale incaricato di trovare nuove strategie di crescita per la sua azienda, o più probabilmente il responsabile del settore comunicazione, ma anche un privato, una ragazza con il sogno di diventare fashion blogger e guadagnare una montagna di soldi, o il suo personal trainer, che ha bisogno di costruire sapientemente la propria immagine per apparire, agli occhi del “pubblico di internet”, un vincente. (Insomma, se avete mai visitato il profilo Instagram di Jennifer Lopez, e siete ancora vivi dopo aver emulato la sua dieta e i suoi esercizi di fitness, sapete di cosa stiamo parlando.)

Se la domanda, e il profilo di chi la pone, ci sono ormai chiari, vuol dire che abbiamo piena visibilità del nostro target. Adesso possiamo concentriamoci sulla risposta, ovvero sugli strumenti (protools) che utilizziamo per rispondere/soddisfare la domanda: “Come generare e potenziare volume di traffico delle nostre campagne di email marketing”.

 

 

Dotarsi di un buon database email di clienti profilati

 

Le liste di contatti caldi e altamente profilati sono la risposta all’esigenza di aumentare il fatturato mediante una campagna di direct marketing che sfrutti appieno tutte le potenzialità del web.

Tutto si concentra sull’indirizzo mail, la cui validità va testata: diffidate di liste indirizzi mail riciclate, ne va della vostra brand reputation e della disponibilità dei poveri utenti, che vi marcheranno come spam.

Una lista indirizzi valida si basa su preliminari indagini di comportamento del consumatore online. È importante “fare rete” tra settori di interesse simili o complementari, così da ottenere le liste giuste.

Come assicurarsi liste di indirizzi mail, noleggiate o acquistate, che vadano a contattare proprio le persone che ci interessano e che, soprattutto, sono interessate a noi? A questa domanda, più che legittima, se ne collega un’altra: da dove hanno origine e in base a quali criteri vengono redatti gli elenchi emai che poi acquistiamo? In  definitiva, perché ci sono utili?

La maggior parte delle liste email efficaci contengono mail rilasciate spontaneamente da utenti grazie allo strumento dei freebie. Dove? Su siti compatibili con il tuo profilo aziendale, altrimenti è come organizzare un concerto di musica pop per amanti del metal! Insomma, nel marketing come nei flirt l’importante è il feeling.

 

 

email marketing

 

Cos’è un freebie?

 

Letteralmente indica i campioni gratuiti usati per attirare i clienti ed invogliarli a testare gratuitamente i prodotti senza l’impegno di acquistarli. Più sono i freebie maggiore è la scelta e maggiore è la possibilità che alla fine il visitatore del nostro negozio si deciderà a comprare uno dei prodotti provati. Ciò che vale per i rossetti vale anche per l’email marketing. I freebie portano ad un aumento del tasso di opt-in, cioè la percentuale dei visitatori che ogni giorno si iscrivono alla newsletter.

Tuttavia nel campo dell’email marketing i freebie sono uno strumento più sofisticato ed evoluto: è un “piccolo dono” che si ottiene facilmente in cambio di qualcosa. Ad esempio, un coupon gratuito in cambio dell’iscrizione alla newsletter, un periodo di prova gratuita, un test drive, un preventivo senza impegno, in cambio della registrazione al nostro sito.

Come vediamo, per avere qualcosa in cambio l’utente è spinto a rispondere ad una call to action.

Un freebie efficace è in grado di generare aspettative su un prodotto. Un freebie è l’assaggio del prodotto che crea il desiderio, e la lead generation lo colloca all’inizio del funnel, cioè l’imbuto in grado di attrarre i prospect (potenziali clienti), convincerli a diventare lead (contatti) mediante l’iscrizione/registrazione e infine convertirli in clienti.

Se vuoi maggiori informazioni sulle strategie adatte per attirare clienti sul tuoi sito consulta l’articolo come fare lead nurturing

Un esempio di utilizzo di lista di indirizzi email

 

Se la tua azienda si occupa di cosmetici, puoi offrire un buono iniziale da spendere per testare i tuoi nuovi prodotti, un credito di cui il cliente sarà contento. Non solo, puoi creare tanti divertenti test: quali sono le nuances di rossetto più adatte in base al colore dei tuoi occhi, calde o fredde? E se i tuoi prodotti sono le cialde di caffè, George Clooney insegna che le possibilità di personalizzazione sono pressoché infinite, come un test che rivela quale gusto meglio si addice alla tua personalità. Alla fine del test c’è da star sicuri, si saranno scelti i gusti per tutta la famiglia!

Ecco, queste sono liste di indirizzi mail acquisite in modo intelligente, nel pieno interesse del committente (l’azienda) e del destinatario (il cliete). Sono li ste profilate che comprendono anche la geolocalizzazione, a prova di acquisto.

Rivolgiti a SpinUp e organizza la tua campagna di email marketing.

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *