Generazione lead per direct marketing

  • Home / Lead Generation / Generazione lead per…

Generazione lead per direct marketing

Lead generation è sinonimo di creazione di liste contatti interessati al settore marketing di cui ci occupiamo (liste in-target) e potenzialmente motivati all’acquisto. Le liste contatti real time altamente profilate sono dunque la preziosa chiave attorno a cui ruota tutto il direct marketing.

Come vengono stilate? Attraverso una buona campagna di lead generation. Il risultato:

  • sul breve periodo sarà la creazione di un database affidabile che può essere utilizzato dal reparto commerciale delle aziende che stanno pensando di espandere il proprio business;
  • sul lungo periodo, il risultato sarà un aumento delle vendite grazie ai nuovi clienti individuati mediante la nostra campagna di lead generation.

 

I vantaggi della generazione lead per direct marketing

 

Senza gettare fumo negli occhi, diciamo subito che su 100 visitatori giornalieri indicizzati al nostro sito, in media solo un paio finalizzeranno l’acquisto. Questo è sintomo di una lead generation fallimentare? No, perché in questo caso il prospect si autoconverte, potremmo dire, in cliente, senza prima diventare un lead.

Invece, è in questa “fase di mezzo” che si lavora per aumentare il volume di traffico su un sito o incrementare i nominativi di liste telefoniche.
La lead generation è un processo che si articola in più fasi, che seguono una graduale scrematura dei contatti, non a caso il concetto che si richiama per descrivere tale processo è l’inglese funnel, ancora più calzante in italiano perché sembra un gioco di parole che richiama il tunnel, mentre letteralmente vuol dire “imbuto”.

 

Cosa aspettarsi da una campagna di generazione lead

 

Spesso si confonde la lead generation con il semplice aumento dei visitatori giornalieri su un sito, poiché se questi aumentano automaticamente aumenteranno anche le vendite. Purtroppo questo ragionamento non vale in termini assoluti, e d’altronde se bastasse solo aumentare il numero di prospects generati non ci sarebbe nemmeno bisogno di fare lead generation.

Aumentare i lead non significa automaticamente aumentare le vendite, senza una strategia difficilmente i nostri lead saranno interessati a convertire il loro interesse in acquisto. D’altronde si sa, fin dagli albori dell’advertising alla gente piace essere guidata e sentirsi al contempo unica, cioè sentirsi parte di un club esclusivo. I consumatori  vogliono essere coccolati per poi sentirsi, in fin dei conti, artefici della propria scelta di consumo e liberi di averla potuta compiere.

 

Una buona campagna di lead generation

 

Una buona campagna di generazione lead soddisfa esattamente queste esigenze, perché i mezzi si sono evoluti e con essi anche i consumatori, ma anche nell’epoca del digital marketing 2.0 il bisogno è sempre il brivido del nuovo:

  • un nuovo kit di trucchi per soddisfare il desiderio di piacersi di più
  • una nuova miscela di caffè magari più buona
  • una nuova offerta di prestito ad un tasso d’interessa più conveniente, che mi aiuterebbe a comprare l’auto nuova che desidero,
  • oppure la proposta di un nuovo contratto per la fornitura elettrica finalmente concorrenziale con le mie bollette sempre più salate (ammettiamolo, chi è che si mette di spontanea volontà a fare una comparazione delle offerte di energia elettrica? È un ginepraio!).

 

Lead generation e B2B

E nel mondo del B2B? Il concetto di fondo è lo stesso, perché, come dice lo slogan di Hubspot, “good for the business –good for the customer”.

 

Che tu sia un privato cliente o un’azienda, l’obiettivo è migliorare la tua condizione.

 

Dunque, per creare un lead bisogna condurlo per mano attraverso vari step che lo informino sul nostro prodotto/servizio e destino in lui l’interesse necessario a compilare un form d’iscrizione o di richiesta informazioni, così che sia lui l’artefice anche nel momento in cui risponde alla nostra call to action.

Sarà poi nostra cura proseguire il rapporto con il contatto (lead nurturing, anche qui si crea un gioco di parole tra nutrire e il letterale significato “coltivare”) fino a quando non sarà pronto a riporre in noi la sua fiducia (consolidando quindi la nostra brand awareness e anche la nostra corporate reputation).

 

Pianifica la tua strategia di Lead Generation

 

Cosa vuol dire fare generazione lead per campagne marketing

Fare lead generation significa fornire al contatto tutti gli strumenti per diventare cliente e aumentare il tasso di conversioni, scalando le nostre performance. Anche il traffico in entrata, ma questa è una conseguenza della nostra campagna di lead generation. Generare un lead è esattamente tutto quello che c’è in mezzo tra questi due risultati.

 

Gli strumenti

Indispensabile la cura del tuo blog aziendale attraverso una scrittura SEO oriented, che affronti ogni volta un problema diverso ma concentrandosi sempre sul topic  dei tuoi prodotti o servizi. Ogni contenuto può rimandare ad un approfondimento scaricabile in pdf for free oppure ad un e-book a prezzo contenuto. Cosa significa? Monetizzando, i blog fanno crescere del 434% il tasso di indicizzazione al tuo sito aziendale, registrando contemporaneamente un  +97% di link al tuo sito (fonte: HubSpot). Le infografiche sono più sintetiche e scorrevoli da leggere, balzano subito all’occhio e sono incisive. Concentrano dati e generano un aumento annuale del 12% del traffico totale sul tuo sito.

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *