Database email per strategie di direct marketing

  • Home / Email Marketing / Database email per…

Database email per strategie di direct marketing

Dotarsi di un database email ricco di indirizzi email da contattare può essere un modo per aiutare la tua attività.

Nel campo del digital direct marketing è importante essere sempre aggiornati sui trend di consumo dei leads (contatti) di un’azienda.

Ma il mercato dei consumi è in continua evoluzione, i consumatori cambiano e con essi le strategie di comunicazione, che si adeguano agli strumenti della lead generation.

Email database per strategie di marketing

Che il mezzo sia il telemarketing (chiamate e sms) o l’email marketing, è importante aumentare il numero dei leads.

Perché è così importante allargare, aggiornare e nutrire il proprio database di contatti?

Il cosiddetto database building è alla base di ogni strategia di marketing, sia online che offline.

Significa infatti allargare la base di potenziali clienti o utenti, qualsiasi sia il settore di mercato.

Ma come incrementare il proprio database, sicuri di acquistare o noleggiare liste altamente profilate, cioè contatti con dei profili che corrispondono alle esigenze di marketing della tua azienda?

Database building

email database

Esistono varie tecniche di database building. Il fine è una lista di anagrafiche costruita in modo produttivo, efficace e adeguato alla nuova GDPR compliance, la recente normativa europea in materia di privacy.

 

Alla base, infatti, ci deve essere il consenso del contatto a ricevere materiale informativo a scopi commerciali.
Non basta acquisire nuove anagrafiche solo in ragione del fatto che sono “nuove”: gonfiare le liste senza avere in mente il profilo dei destinatari significa pescare nel mare magnum; ma, senza nessuna strategia, non si pesca niente.

Si rischia di fare più danni che altro, soprattutto alla propria corporate reputation. Se non ti affidi ad intermediari seri che sanno come raggiungere il tuo target, il rischio è
quello di finire nella cartella spam.

Nell’email marketing la qualità vince sulla quantità, a tutto vantaggio dell’azienda.

L’affidabilità percepita è uno dei primi fattori capaci di generare un buon Return of Investment (ROI).

E un’azienda con un codice etico e una forte caratterizzazione identitaria, che osa non rincorrere a tutti i costi i propri clienti, è un’azienda che ha capito cos’è la brand awareness, e per questo riuscirà a centrare il suo target. Una volta effettuato l’acquisto o il noleggio di elenchi email consensati, sei sicuro di avere il vantaggio di un database email di qualità; caratteristica fondamentale
nell’operazione di ampliamento della base di potenziali clienti.
Un database di indirizzi email di qualità, dunque profilato e consensato, fa aumentare il numero di utenti reattivi alle mail, innalzando il livello delle performance di marketing.

I dati, infatti, ci dicono che:

  1. dopo un anno in media il 30% degli indirizzi raccolti va perso a seguito di disiscrizioni o errori di indirizzo nel recapitare le mail,
  2. mentre il 25% degli utenti diventa inattivo, cioè non apre più alcun messaggio; una percentuale, questa, che può raggiungere la metà degli iscritti totali.

 

Come evitare questo spreco di energie e investire i soldi in modo produttivo?

 

Per riattivare i contatti dormienti bisogna puntare su attività di re-engagement con contenuti di valore e aumentare gli entry-point al tuo sito: è facile, basta inserire l’invito ad iscriversi alla newsletter direttamente nella firma aziendale in calce alla mail.

metodi di iscrizione alla newsletter

Tuttavia, perdere una percentuale di iscritti è normale ed è segno di vitalità del mercato. A questo servono gli acceleratori di performance come SpinUp, ad analizzare e indirizzare i trending-business.

Acquistare database email o noleggiare liste di indirizzi email

Sul fronte informatico invece, bisogna rendersi visibili all’analisi degli Internet Service Provider (ISP), i quali valutano l’affidabilità di un database email aziendale facendo un confronto tra il numero di utenti attivi e inattivi. Se questi ultimi oltrepassano una certa soglia, l’ISP relega l’intera campagna di email marketing nella cartella spam, fino al blocco della deliverability alla casella postale.

Bisogna pianificare un’azione di lead nurturing sul lungo periodo, e soprattutto continuativa nel tempo, in modo da misurare in tempo reale le fonti di generazione traffico più efficienti e scalare i risultati.
La strategia di lead generation che si concretizza nella strategia dell’email marketing come pratica di direct marketing, basata su un buon database email, è importante perché misura il tasso di conversione del tuo sito web, cioè il rating di trasformazione dei prospect generati in clienti che finalizzano l’acquisto.

Non esiste un buon database email, una mailing list profilata e fidelizzata (che cioè ha stabilito un rapporto di fiducia con il brand) senza un’efficace azione di customer care. La funzione più utile dell’email marketing è infatti la capacità di risolvere i problemi dei clienti.

 

 

La prima scelta da compiere è l’alternativa tra single opt-in e double opt-in:

  • Single optin è un metodo di iscrizione alla newsletter tramite un solo clic di conferma sul sito della tua azienda.
  • Il Double opt-in, o confirmed opt-in, prevede un ulteriore passaggio: dalla compilazione del modulo sul form online si passa all’indirizzo mail fornito per confermare l’iscrizione. Qui basta fare un clic sulla mail di conferma inviata automaticamente. È anche un modo per verificare che l’indirizzo fornito dall’utente sia valido.

È questo il percorso più sicuro e soddisfacente per la redemption della tua azienda!

Contatta gli esperti Spin Up se sei interessato ad avere più informazioni sull’acquisto database email o sul noleggio.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *